Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2007

Neve & Axim

Ieri sera sono stata davvero bene. Intanto è nevicato…pare solo qui da noi, ma è nevicato. E stamattina è ancora tutto bianco…il che mi rende già di ottimo umore.

E poi ieri sera il mitico concerto degli AXIM, tra "pochi intimi " (per forza!!!…ma, forse, anche per fortuna..), mi ha caricata un sacco. La cosa che mi piace di più, in queste occasioni, è vedere le persone che si lasciano andare…niente formalismi: si balla alla meno peggio (notevole la "creatività" di Giulio e Zizzi), si canta alla "molto peggio", ci si abbraccia…condividiamo tutti qualcosa che forse non centra niente con la musica, ma sicuramente parte da quella. Quindi grazie a Meru, Matteo e Vito.

La prossima volta, però, voglio Gianpaolok…"per poesia o per prosa, per forza di cosa, Gianpaolok morirà!!"..

Solo una cosa mi sfugge: come mai non mi chiamano mai al microfono a fare i coretti?? Secondo me hanno paura di fare brutta figura a confrontarsi col mio indubbio talento…(ehy…)

I coretti come me non li fa nessuno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! (e direi che è un bene)

Uououooooooooooo…………………………………………………..

Annunci

Read Full Post »

Ultimamente la cosa che mi riesce meno è addormentarmi la sera. Sarà un po’ di nervosismo, sarà che bevo troppi caffè…ma quando si tratta di spegnere la luce e dormire…mi riduco sempre a orari indecenti. Leggere aiuta, ma solo se è già tardi…

 Sarà che un amica mi ha prestato il cofanetto con l’intera serie di Desperate Housewife…

Sì…ehm…è quello.

Comunque se qualcuno di voi conosce un ottimo modo per rilassarsi, o ha qualche consiglio prezioso da condividere: sono tutt’orecchi.

Read Full Post »

Pubblicità progresso…

PENSA AL NOSTRO VERDE…

SALVA ANCHE TU UN ALBERO…

…MANGIA UN CASTORO!!! 

Eheheheh…..

Chi non vorrebbe essere amico dell’Irene dopo questa?

Scusate ma dopo la seriosità dell’ultimo post…ci voleva!!!!!

Read Full Post »

Giusto per dimostrare che anch’io, come lo Zizzi, faccio post impegnati…

Lo riconoscete? E’ quel settore che nell’ultimo anno in molti dei Lino’s Coffee Shop è stato dedicato all’acqua "pregiata"…

Non è l’unico posto dove potete comprare acqua minerale "di prima scelta": se avete 6 euro da buttare via potete andare nel negozio aperto in via Mazzini e comprarvi un’acqua "diuretica"…se la Rocchetta non vi soddisfa abbastanza.

E non è tutto: se, con tutta la buona volontà, siete così ignoranti e rozzi da non comprendere la differenza di gusto tra un’acqua con lo 0,5% di sodio e una con lo 0,01%…non disperate. L’Italia infatti sta creando un business apposta per voi che abbinate l’acqua e il cibo a caso, senza pensare agli accostamenti più appropriati: un "Idrogourmet" del Gambero Rosso verrà in vostro soccorso, e vi spiegherà perchè fa figo spendere 6 euro per avere la stessa cosa che potresti avere a 0,18 euro…Oppure se non potete permettervi la consulenza di un Idrogourmet specializzato, potete scaricare la "Carta dell’Acqua", ma fa meno figo…

Quest’anno c’era anche uno stand al Cibus tutto dedicato ai "Sapori dell’acqua" e io mi sentivo un po’ tonta a non cogliere "l’ombra di sapidità" o il "leggero ma consistente gusto di calcio"…

Scherzi a parte, per l’Università, mi è capitato di intervistare un esperto sull’acqua e, tra le altre cose, gli ho chiesto una sua opinione sul diffondersi di questi "Negozi dell’acqua" o su questa nuova "Cultura dell’acqua"…..Mi sembra una cosa buona postare le sue risposte (tranquilli: non l’intervista intera)…leggete e ditemi cosa ne pensate.

"Giorgio Temporelli è fisico, consulente ambientale per le acque trattate e naturali e lavora a Genova presso la SITA (Società Italiana Trattamento Acque). Certamente può essere definito un esperto: ha partecipato a molti convegni e conferenze, ha scritto una cinquantina di articoli e già cinque libri (con altri due in preparazione) dedicati al tema dell’acqua affrontato da differenti angolature in un percorso che, in questa intervista, ripercorriamo solo parzialmente. Colpisce, oltre alla preparazione approfondita, la grande disponibilità e cortesia, qualità che hanno reso possibile questa intervista nonostante la distanza.

(Giorgio Temporelli)

Quali sono le caratteristiche base che rendono l’acqua gradevole al gusto e ben tollerabile per l’organismo?

Per essere gradevole al gusto l’acqua non deve contenere le sostanze sgradevoli di cui parlavo prima. Ma, francamente, tolte quelle non è possibile definire certe sostanze “più buone”, anche perché sono presenti in quantità minime, e le differenze in milligrammi non sono percepibili. Esistono differenze di gusto nette ma riguardano caratteristiche macroscopiche che tutti colgono: l’acqua gassata o effervescente naturale ha certamente un gusto diverso da quella liscia, oppure le acque bicarbonate per la digestione sono immediatamente riconoscibili.

È possibile, tecnicamente parlando, per l’uomo riuscire a percepire la differenza al palato tra questa e quell’acqua? Siamo fisicamente in grado di farlo?

Generalmente non siamo in grado. Si percepiscono alcune sostanze, come sodio, bicarbonato e calcio, se sono presenti in grande quantità (sopra i 1500 mg), cioè nelle acque ricche di sali. Ma nelle acque minerali e oligominerali (queste ultime ancora più povere di sostanze) solitamente ci è impossibile.

É possibile, come vanno decantando i novelli idro-sommelier, che si possa realmente  creare una “cultura dell’acqua”? ci sono davvero gli elementi base? O si tratta piuttosto di una moda, un lusso che da qui a poco sono destinati a finire?

Mi pare che questa moda dell’acqua sia un po’ “tirata per i capelli”. Al di là del fatto che, personalmente, mi interessano più le caratteristiche dell’acqua che gli abbinamenti con le portate, qualche osservazione si può fare: ad esempio l’anidride carbonica dell’acqua gassata ha un effetto anestetizzante che può influenzare il gusto. Ma si tratta sempre di differenze macroscopiche e che, però, non alterano eccessivamente i sapori. [una “Carta dell’acqua” esiste già scaricabile da Internet al sito http://www.degustatoriacque.com/scarica.html ndR]

[…]

E’ possibile che con la, oggi neonata, “moda” o “cultura dell’acqua” (un po’ come, a suo tempo, era avvenuto col vino) aumentino i prezzi delle minerali? Può trattarsi di una manovra pubblicitaria per raggiungere i costi che hanno all’estero?

Le vendite di acqua minerale sono in crescita, ma non penso che aumenteranno di molto. La forte concorrenza cui accennavo prima (circa 280 marche prodotte sul suolo italiano) è una garanzia da questo punto di vista. Vero anche, però, che la pubblicità conta moltissimo. Le faccio un esempio: La Sant’Anna viene imbottigliata nello stesso stabilimento in cui si imbottigliano Cime Bianche e Alte Vette, quindi stesse procedure, controlli, ecc. Anche le proprietà chimiche delle tre acque sono quasi identiche eppure i prezzi sono molto differenziati, con una netta superiorità nel costo della Sant’Anna. In casi come questo è solo la pubblicità (unita alla storia di una marca) a determinarne il prezzo."

…insomma boicottate la "Cultura dell’Acqua"! E’ solo una manovra pubblicitaria….

Read Full Post »

"Come? Dovevo portare una fotocopia del libretto??….oh….non lo sapevo…quanto mi dispiace…e adesso come si può fare? Nulla, rifarò TUTTA la fila da capo….e poi, se farò in tempo, le porterò il foglio entro la chiusura…"

[faccia e discorso subdoli e meschini da adottare nelle segreterie studenti per ottenere fotocopie che avevate dimenticato di fare senza perdere ore ed ore ed ore ed ore in fila….]

I veri maestri possono anche provare a fare le fusa…

Read Full Post »

Non sono mai stata portata per gli sport…lo sanno tutti. Ma dopo il drammatico volo-con-culata che stasera ho fatto ad aerobica davanti a tutti…credo di aver dimostrato a me stessa che in palestra io proprio non dovrei andarci, nemmeno per fare un giretto, nemmeno per sbaglio. Mi sentivo uno di quei poveretti di paperissima…ma, per fortuna, senza il commento di Gerry Scotti…magra consolazione.

image

Sono a pagina 2 della tesi. Applauso. Grazie…

Read Full Post »

L’importante è non sentirsi mai DEL TUTTO soli. E io, fortunatamente, posso dire che mi capita di rado di non avere proprio nessuno nessuno cui appoggiarmi. Quindi grazie a chi legge e sa che mi riferisco a lui/lei.

Da quando è iniziato l’anno nuovo, però, mi sento irrimediabilmente "bacchettona". Mi sforzo di comportarmi di più come vorrei (cioè fare l’imbecille che mi viene bene…)…ma gli eventi, inesorabilmente,  lo impongono. La mia missione di questi mesi è: fare ciò che è necessario (soprattutto la mia tesi…sigh) senza invecchiare. Come suggerisce il sempre saggio Andre. Però non ho tempo di dedicarmi a grandi progetti, a parte lo spettacolo. Dunque ho deciso di ritagliarmi un angolo di "stupidità libera" giornaliero che faccia regredire la mia età celebrale quanto serve per non sentirmi una suocera inacidita.

Compagna ideale di scemenze è stata eletta, furor di popolo, Irene. Che ha l’enorme pregio di tirar fuori da me la demenzialità più becera…e, però, più spontanea (che non è poco).

Un film del calibro de "La cena dei cretini" o di "Robin Hood un uomo in calzamaglia" è quello che ci vuole, ogni tanto, per ricordarmi che, anche se ho 22 anni, sono la mongola di sempre. Solo con qualche responsabilità in più.

La presenza di Marco un po’ più frequente, poi, non guasterebbe…ma non mi posso lamentare: lo vedo oggi dopo quasi 15 giorni…oggi non è un giorno in cui perdere tempo a lamentarsi.

Read Full Post »

Older Posts »