Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2010

Buongiorno, cara.
Occupata
Suvvia, no che non la sei. Un minuto lo trovi.
Che vuoi?
Mi chiedevo che ti succede…Tutte le cose ti sono capitate…Le scelte strane che fai…
Vieni al punto, tanto so dove vuoi andare a parare.
Non montare sulla difensiva, lo sai che non ti giudico.
No non mi giudichi, però ti preoccupi. E non devi.
Mi preoccupo per noi. Una volta si andava d’accordo, si facevano le cose con calma, con la tranquillità di essere nel giusto.
"Giusto" è una categoria inutile in questo momento.
Perché? Ci siamo sempre trovate bene con le solite categorie di comportamento. La coerenza, per esempio.
Sono coerente
Mmm…con quello che senti e pensi?
Faccio sempre quel che mi viene da fare. Tutto, tranne darti corda. Anche questa è coerenza.
Se vabè. Comunque non era per rimproverarti le nostre incoerenze che ti cercavo.
Ah no?
No. Volevo ribadirti che mi serve tempo e vuoto.
Ne hai avuto a sufficienza. Ci eravamo già chiarite a questo proposito.
Sì ma tu corri troppo.. che fretta hai?
E tu cosa aspetti?
Me stessa. E tu sai che infondo sono la parte più bella di te.
Vero. Ma hai fatto il tuo tempo. Ora tocca a me. Ammetterai che sono più in gamba a tirarci fuori dalle situazioni spiacevoli. Se fosse stato per te a quest’ora…
Sì, sì è innegabile. Me lo ricordo bene. Non è che non mi fidi di te.
E allora si può sapere che vuoi?
E’ che ho paura di perdermi…che finirò per scomparire del tutto. Forse, conoscendoti, è quello che vuoi.
Se deve capitare capiterà. Su. Cambierai anche tu, sei già cambiata.
Mi adeguo. Ma non sono stupida, so che finirò con l’essere accantonata.
Ammetto che in questo momento sei più un’intralcio che altro per me.
Secondo te cambiamo verso qualcosa di meglio o di peggio?
Di meglio.
Di peggio.
"Meglio" è un’altra categoria inutile ora, come "giusto", come "coerente". Non mi porrei il problema. Quello di vedere le cose in crescita è sempre stato un problema solo tuo. E poi dai, sono io. Non sono un’altra. Ci sono sempre stata. Non stiamo diventando "altro". Stiamo solo reagendo e cambiando. Vivila serenamente.
Serenamente un cazzo. Mica si discute della tua esistenza qui. Si mette in discussione la mia.
Hai ragione.
Ecco.
Non puoi essere serena, lo capisco.
Appunto!


Hai alternative?

Beh ad esempio…
Alternative davvero sensate?
No.
Allora si fa a modo mio. Sei convinta?
…Sì.
Allora dai, lasciami fare, sono occupata.

Annunci

Read Full Post »

Il più delle volte non si riesce a capire niente perchè davvero non c’è proprio niente da capire.
La verità, infondo, è semplice e complicare i fatti per cercare di metterli nell’ordine più confortante serve solo a ritardare il momento della visione d’isieme, che poi è quella che conta.

Semplice. Come ragionare e rendersi conto che quando qualcuno ha qualcosa da dire, la dice. Se invece parla del parlare… e non arriva al punto…è semplicemente rimasto senza nulla che valga la pena di essere detto.
Semplice come arrendersi, come fanno gli altri.

E nel silenzio e nello stare soli spiando la città che si struscia contro l’autobus si realizza che non siamo nè meglio nè peggio degli altri. Che potremmo essere felici, è vero… ma anche che la felicità, cercata oppure no, potrebbe decidere di non passare più a trovarci, e basta.
Per cui il tempo trascorso nel tentativo di spargere colpe in giro o di trovare un modo di lamentarsi adeguato è solo tempo regalato al Nulla, che peraltro non sa che farsene. Lamentarsi che le cose cambino è naturale, ma è come lamentarsi che piova. E, certo, da un essere umano ti aspetti che il cambiamento sia meno casuale, che sia più graduale…ma infondo sai che può arrivare e puoi farci proprio poco.

Io lo sapevo che la mia serenità sarebbe potuta cambiare, solo che mi aspettavo succedesse per necessità. Non per arbitrarietà.
E comunque quando succede….non ti sembra mai il tuo turno.

Poi la scelta è se abbandonarsi alle capienti braccia grigie della malinconia, o tuffarsi sulle coperte molleggiate delle distrazioni. Una vale l’altra probabilmente. Tanto prima di tornare a stare in piedi da sola ce ne vorrà. In ogni caso.
Alternerò.

Read Full Post »